AccioBooks: la nuova frontiera dei lettori 2.0

Rapaci divoratori di libri, questo articolo è per voi! 

Sia che voi siate lettori accaniti, distratti, voraci o semplicemente saltuari, quello che sto per rivelarvi potrebbe cambiare la vostra vita una volta e per tutte.

Leggo libri da quando ero ragazzina e si sa, la lettura può essere una passione alquanto dispendiosa! Ebbene, alla veneranda età di trent’anni, dopo decenni trascorsi a centellinare le monetine contenute nel mio porcellino tutte le volte che dovevo fare un acquisto, ho scoperto, in maniera del tutto casuale, che esiste un metodo divertente e decisamente economico per avere a disposizione valanghe di libri con poca fatica. Minima spesa, massima resa!

Ora, pensateci sù. Quanti sono in casa vostra i libri che da anni prendono polvere sopra una mensola? Quanti quelli che avete comprato animati dalle più caparbie intenzioni e che, alla fine, non avete mai neppure aperto? Quanti ancora quelli che che avete ricevuto in regalo senza avere il coraggio di ammettere che l’autore o la storia non vi interessavano per nulla? Quanti gli incompiuti? Quanti i doppioni? Una vera colonia di carta e inchiostro da fare invidia all’intera Magna Grecia!

#thebooksribellion

Ma veniamo al punto. Esiste un sito, nel fantastico groviglio del web, basato su un’idea così semplice da essere addirittura geniale: lo scambio, o per meglio dire il “book sharing”.  Sto parlando di Acciobooks, una piattaforma pensata con l’intento di creare una comunità di lettori che tra loro scambiano consigli, testi ed esperienze libresche a tutto spiano. Il funzionamento del sito è davvero immediato: basta registrarsi, creare un profilo e inserire nella propria libreria virtuale tutti i testi che si vogliono scambiare o vendere. A questo punto il gioco è fatto! Cerca il testo che vorresti leggere, inoltra la richiesta all’utente e, dopo aver ricevuto risposta, effettua lo scambio. I libri, confezionati e imbustati, vanno spediti al destinatario con modalità “piego di libri” (clicca qui per saperne di più).

Un’esperienza meravigliosa e stravagante, in un’epoca in cui la gioia di ricevere un pacco postale è indissolubilmente legata alla velocità dei corrieri di Amazon. E poi l’aspetto più straordinario di tutti: sperimentare la bellezza dell’incontro con lettori sconosciuti, persone reali e tuttavia invisibili con cui condividere un sogno di carta, una passione fatta di pagine ingiallite, d’inchiostro sbiadito, di parole scritte al buio, a matita, ai margini d’un foglio. Ho incontrato gente fantastica percorrendo questa strada. C’è chi confeziona il pacchetto con cura, come fosse il dono più prezioso che esista, chi lascia un biglietto tra le pagine, chi regala il suo libro senza chiederti nulla in cambio. Ecco la rivoluzione, un’iniezione gratuita di cultura che entra in circolo.

Pensateci gente, mettete libri nei vostri cannoni!

Per i più curiosi, una nota linguistica: il sito prende il nome dal verbo latino accio che vuol dire “attrarre a se” (i Potteriani d’esperienza di sicuro ricorderanno un certo incantesimo che porta lo stesso nome). Dunque se anche voi state pensando di unirvi alla community, sappiate che diventerete delle vere e proprie “calamite libresche”.

Lascia un commento